Georgette Heyer – Gli inganni del cuore * Le mie letture

(Titolo originale “Bath Tangle”, Traduzione di Anna Luisa Zazo originale pubblicato nel 1955; edizione italiana del 1980).

Tanto per saperlo: Tangle si può tradurre in italiano con imbroglio, groviglio, intrigo. La vicenda si svolge quasi interamente a Bath, quindi il titolo inglese, tradotto alla lettera, suonerebbe come Intrigo a Bath.

cover HEYER inganni del cuore ok

La scena si apre nella biblioteca di Milverley Park, la dimora del conte di Spenborough, che è appena deceduto lasciando una giovane vedova che dovrà abitare nella casa vedovile dato che Milverly Park spetta all’erede, Hartley, cugino del defunto. Per la lettura del testamento sono riuniti fra gli altri, oltre a Fanny, la vedova e la figlia ventiseienne del conte, lady Serena Carlow, la sorella del conte con il marito, il padre di Fanny e il marchese di Rotherham, che è stato fidanzato con Serena e da lei lasciato a un mese dalle nozze.

Il testamento non rivela sorprese, salvo che l’eredità destinata a Serena deve essere amministrata e custodita proprio dal marchese di Rotherham, fino a che la giovane non si sposerà. La cosa fa infuriare Serena ma non c’è niente che possa fare per cambiare la situazione.

Fra la ragazza e la matrigna c’è affetto e un ottimo rapporto, così decidono di abitare insieme nella casa vedovile; dopo alcuni mesi, però, si trasferiscono per un periodo a Bath, perché la presenza del cugino e della famiglia di lui in quella che era la loro casa, ovvero Milverley Park, mette loro tristezza, soprattutto a Serena, che si è sempre occupata dell’andamento della tenuta.

Dopo che le due donne si sono stabilite a Bath iniziano gli inganni del cuore, o meglio dei cuori, in parte voluti e in parte no.

Serena ritrova Hector Kirby, l’uomo di cui era stata innamorata quando era diciannovenne, ed entrambi si convincono di amarsi ancora, anche se lui viene continuamente sorpreso e anche disorientato dai modi disinvolti di Serena, poco incline al rispetto delle convenienze. Intanto anche il marchese di Rotherham, durante la stagione londinese, si fidanza con una diciottenne graziosa a cui piace l’idea di diventare marchesa e molto meno quella di sposare lui ma a cui la madre non intende permettere di rinunciare al matrimonio.

Di malinteso in malinteso, di illusione in illusione, i fidanzamenti vanno avanti, fino a che si mettono nel mezzo la nonna di Emily e un nipote di lord Rotherham, abilmente influenzato proprio da lui: allora gli inganni si svelano in poco tempo e tutto va a posto nel dovuto lieto fine.

In questo romanzo entrambi i protagonisti, Serena e il marchese, sono i principali portatori di ironia, con la loro scarsa attitudine al rispetto delle convenzioni (cosa naturalmente molto più facile per lui) e le vivaci battute che si scambiano ogni volta che si incontrano; gli altri personaggi sembrano, quasi tutti, quasi delle maschere: la madre che fa di tutto perché la figlia sposi il ricco marchese e finge che la signora Floore, donna ordinaria, non sia sua madre; il nipote di Rotherham, che si esalta come innamorato di Emily; e perfino Hector Kirby, che non riesce a comprendere Serena anche se è convinto averla sempre amata.

A sottolineare il carattere dei due protagonisti sono da un lato Fanny, una dolce giovane donna, e dall’altro proprio Hector Kirby, un cavaliere forse un po’ all’antica.

Personaggi principali
George Henry Vernon Carlow quinto conte di Spenborough , il defunto
lady Serena Mary Carlow, figlia del conte, circa ventisei anni
Fanny (ex Claypole) la vedova, lady Spenborough e matrigna di Serena
Lady Theresa Eaglesham, sorella del conte defunto
Hertlay cugino del defunto e suo erede
Ivo Spencer Barrasford sua signoria il marchese di Rotherham, ex fidanzato dei Serena e amico del padre di lei
Hector Kirby maggiore, primo amore di Serena diciannovenne
lord Dorrington, fratello della prima moglie del conte defunto
sir William Claypole padre di Fanny
lady Silchester sorella di Ivo
Emily Laleham diciottenne per un po’ fidanzata di Ivo
signora Floore, nonna di Emily
lady Laleham (Sukey), madre di Emily e figlia della signore Floore
Gerard Monksleigh, nipote di lord Rotherham

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...