Lisa Kleypas – Irresistibile sconosciuto * Le mie letture

(Titolo originale “Stranger in My Arms ”, Traduzione di Giulia Rossetti; edizione italiana del 2013).

Questo romanzo utilizza una trama relativamente comune dei rosa e in particolare dei rosa storici (ma quale trama non è comune? In realtà sono sempre le stesse e non potrebbe essere altrimenti): il ritorno di uno dei due coniugi (di solito il marito, come in questo caso) dopo anni di lontananza o addirittura dopo che si è creduto morto.

E la persona che torna non è com’era prima, forse le esperienze vissute l’hanno cambiata, forse non è la stessa persona, anche se sembra proprio lui e sa tutto quello che solo lui, come coniuge, potrebbe sapere.

Nel caso del romanzo della Kleypas Lara, la moglie, che la presunta morte del marito Hunter, conte di Hawksworth, aveva liberato da un legame che non la rendeva felice, si trova davanti un uomo che si comporta con lei in modo molto diverso da quello di un tempo. Così è combattuta fra il dubbio sulla reale identità della persona che si è presentata come Hunter e l’attrazione che prova per questo marito così diverso e innamorato, attrazione a cui cerca di resistere per la paura di subire una dolorosa delusione.

Intorno alla coppia ruotano diversi personaggi secondari,alcuni dei quali sono convinti che Hunter sia davvero lui, altri, fra cui il cugino che aveva ereditato il titolo quando il conte era stato ritenuto morto, si adoperano per dimostrare che si tratti di un impostore. Un ruolo importante per la conclusione della vicenda viene svolto dalla madre di Hunter, appena tornata da un lungo viaggio: l’anziana donna sarà una sorta di deus ex machina.

Questa la base della storia, di cui non rivelo altro per non rovinare un’eventuale lettura.

cover Kleypas - Irresistibile sconosciuto

Una considerazione più generale

Dopo aver finito il romanzo mi sono capitate sotto gli occhi alcune recensioni e ho notato che alcune criticavano (nel senso che consideravano un difetto) il comportamento della protagonista che, come ho scritto, resiste quanto più possibile all’attrazione che prova verso il marito. Ho riscontrato questo tipo di critica ad altri romanzi e anche al mio “Un libertino per marito”. Mi pare che le lettrici siano più propense a perdonare un comportamento discutibile o non chiaro nei protagonisti maschili rispetto a un corrispondente atteggiamento prudente assunto dalle protagoniste per proteggersi da possibili sofferenze. Sembra che l’eroina debba per forza cedere subito alle lusinghe dell’eroe, qualunque sia la situazione che li ha fatti trovare insieme. Questo, in effetti, è quanto accade in diverse storie ma, a mio parere, nella maggior parte dei casi è un comportamento meno credibile, per quanto il lui di turno possa essere affascinante, seducente eccetera. Nessuno sembra considerare che le giovani donne non avevano la possibilità di farsi un’esperienza prima del matrimonio, che spesso non avevano possibilità di scelta, che dipendevano completamente dai mariti… come si può trovare strano o eccessivo che alcune di queste – sia pure in un romanzo – volessero affermare il proprio valore come persona o, almeno, cercare di capire se potessero davvero dare fiducia all’uomo che dimostrava di desiderarle, prima di lasciarsi conquistare?

Sinossi

Lady Hawksworth, vostro marito non è morto” queste le parole che sconvolgono Lara. Infatti, dopo essere stato dato per disperso in mare liberandola da un matrimonio senza amore, Hunter conte di Hawksworth sta facendo ritorno per reclamare il proprio titolo e la propria moglie. Però Lara stenterà a riconoscere quell’uomo potente e virile, in grado tuttavia di rivelarle segreti che solo un consorte può conoscere e così ansioso di rinnovarle il proprio amore. Certo, la somiglianza è innegabile, ma mai Hunter si era dimostrato tanto attento e passionale. Eppure, ben presto l’unico desiderio di Lara sarà che quello straniero sia davvero suo marito.

In occasione dell’uscita del n. 100 della collana “I Romanzi Passione”, questo libro conterrà in appendice il racconto “Un matrimonio degli Hathaway”, la cui versione digitale sarà scaricabile gratuitamente sugli store.

Nota sul racconto
Nel racconto riportato in appendice troviamo un personaggio già incontrato nel romanzo “Peccati d’inverno”, Cam Rohan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...