Georgette Heyer – L’imprevedibile Venetia * Le mie letture

(Titolo originale “Venetia”, Traduzione di di Anna Luisa e Lidia Zazo, originale pubblicato nel 1958; edizione italiana del 2019 * tradotto anche con il titolo “Venetia”)

Trovo appropriato definire questo romanzo un inno all’ironia, più di altri della Heyer (almeno fra quelli che ho letto). Anche in questo caso, come in Sophy la grande, la protagonista femminile è una giovane donna intelligente e indipendente, per quanto consapevole dei limiti imposti dalla società alle libertà femminili. Inoltre Venetia è bella:

vi era nel suo viso un fascino che nulla doveva alla perfezione dei lineamenti: una dolcezza, uno scintillio di irresistibile umorismo, uno sguardo insolitamente aperto, privo di timidezza o affettazione

e, benché non si sia mai mossa dalla casa in cui è nata, nello Yorkshire, ha due corteggiatori che non si arrendono nonostante i suoi tentativi di far loro capire che non desidera sposarle nessuno dei due. Edward, sui trent’anni, che viene presentato così al lettore:

Pur mancando di vivacità e di spirito, era dotato di buonsenso, e se un carattere energico lo rendeva a volte troppo autoritario, il saldo dominio che esercitava sulla madre e sui dipendenti era sempre animato dalla certezza di saper decidere, in ogni occasione, per il loro bene.

E Oswald, di diciannove, che si cerca di comportarsi e di sentire come il Corsaro byroniano, anche se poi, data la giovane età, trova difficile mantenere l’atteggiamento da tenebroso eroe di melodramma perché si tratta di:

Un piano non privo di attrattive ma irto di difficoltà: prima fra tutte, il desolante conformismo che imperava a Ebbersley e la spiccata tendenza, da parte di lady Denny, a dare pillole contro il mal di stomaco a chiunque soffrisse di tormenti spirituali.

Venetia si occupa della tenuta per conto del fratello Conway, ancora nell’esercito e in Europa, e si prende cura dell’altro fratello, il diciassettenne, Aubrey, claudicante per un problema avuto all’anca quando era piccolo, molto intelligente e appassionato studioso. I due hanno una buona intesa, anche su aspetti importanti della loro vita, ad esempio questo è quello che entrambi pensano del padre defunto:

… e non credo che ora ci ami più di quanto ci amasse in vita. Non ha mai fatto alcuno sforzo per conquistarsi il nostro affetto, non può certo pretendere che noi ne piangiamo la morte.”

Entrambi i fratelli, ciascuno a modo loro, sono egoisti, e in particolare lo è Conway, che con la sua assenza in pratica la costringe a occuparsi della tenuta, non consentendole così di poter avere una stagione a Londra e conoscere persone.

Un giorno, mentre è nel parco del vicino a raccogliere more, Venetia incontra proprio il proprietario, lord Damerel, un libertino dalla pessima fama che di solito trascorre pochissimi giorni all’anno nello Yorkshire. Dopo uno scambio di battute l’uomo la bacia. Nel breve scambio di battute con lui Venetia scopre che è la prima persona, eccettuato Aubrey, che comprende la sua ironia e si rivolge a lei con altrettanta arguzia e intelligenza.
Fra i due nasce un’amicizia che solo Aubrey gradisce, ma solo perché anche lui apprezza Damerel e perché sostanzialmente si disinteressa di tutto ciò che non lo riguarda direttamente, per quanto sia affezionato alla sorella.
Tutti si sentono in dovere di tentare di proteggere Venetia da quel lord libertino, ma la ragazza è ben consapevole di chi sia l’uomo e il suo passato, solo non se ne cura perché solo in lui ha trovato una persona con cui intendersi ed essere allegra.

Nel frattempo a complicare la vita dei due giovani Lanyon giunge inaspettata la moglie di Conway, una ragazza timida e insignificante, accompagnata dalla madre, invadente e decisa a comandare – a nome della figlia – sulla casa. La donna si scontra apertamente con Aubrey mentre Venetia tenta una mediazione, con scarso successo.

L’amicizia fra lei e Damerel è diventata un sentimento più profondo ma tutti ritengono impossibile un un’unione fra loro, compreso lo stesso Damerel.
Ma Venetia, dopo essersi apparentemente rassegnata a rinunciare, trova nel passato della propria famiglia qualcosa che le era stato nascosto e che le offre il modo per ribaltare la situazione e ottenere ciò che desidera.

cover Imprevedibile Venetia

Personaggi principali

Venetia Lanyon, venticinquenne, la protagonista, bella e in
telligente
Aubrey Lanyon, suo fratello di quasi diciassette anni, claudicante per un problema all’anca
Conway Lanyon, fratello maggiore di sei anni di Aubrey; ha combattuto contro Napoleone ed è ancora in Europa con l’esercito
Edward Yardley, sui trent’anni vicino dei Lanyion, vorrebbe sposare Venetia
Oswald Denny, diciannove anni, altro vicino dei Lany
on, convinto di amare Venetia
signora Gurnard, la governante dei Lanyon
XX , balia dei Lanyon
Charlotte, moglie di Conway
signora Scorrier, madre di Charlotte
Lord Jasper Damerel, libertino trentottenne, vicino dei Lanyon
Lord John Denny e Lady Denny, vicini del Lanyon e genitori di Oswald
il signor Hendred e sua moglie Maria Hendred, zii di Venetia

luoghi

Undershaw, dimora dai Lanyon
Elliston Priory detto il Priorato, dimora di lord Damerel
Ebbersley, dimora della famiglia Denny

sinossi

Condannata a vivere nella solitudine della tenuta di famiglia nello Yorkshire da un padre misantropo, alla sua morte la bella, intelligente e indipendente Venetia Lanyon deve per giunta occuparsi della proprietà: il fratello maggiore, infatti, ha preferito dedicarsi alla carriera militare e il minore è preso solo dai suoi libri.

Un giorno il vicino di tenuta, Lord Damerel, torna a casa e, dopo un incontro casuale tra i due, la vita di Venetia viene sconvolta dal gentiluomo dalla pessima fama di libertino, che tuttavia si comporta con lei in modo corretto, riuscendo a portare una ventata di novità alle sue giornate noiose. La loro amicizia, fondata su un’intesa che si consolida ogni giorno, scatena molti pettegolezzi e il morboso interesse di parenti e amici…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...