Georgette Heyer – Corpo contundente * Le mie letture

(Titolo originale “A Blunt Instrument”, traduzione di Giacometta Limentani Cantatore; originale pubblicato nel 1938; edizione italiana da me letta del 1978)

Finora ho letto tre gialli della Heyer e diversi rosa storici: devo dire che trovo molto più intriganti e ironici i rosa.

Per quanto riguarda “Corpo contundente” ho intuito quale fosse la soluzione (anche se non il movente dell’omicidio) circa a metà romanzo. Non che questo mi abbia rovinato la lettura perché dovevo accertarmi di aver visto giusto e anche perché la storia era comunque piacevole.

Fra i personaggi si fanno notare, fin dalle prime pagine, un poliziotto e il maggiordomo della vittima che citano continuamente frasi della bibbia, tutte dal tenore punitivo o accusatorio (es. Colui che schernisce è un abominio oppure La stoltezza è letizia per chi è privo di senno) irritando così non poco il sergente Hemingway e il sovrintendente Hannasyde che si occupano delle indagini.

Un tipo originale è anche il giovane Neville Fletcher, nipote ed erede della vittima: squattrinato, irriverente, ironico, menefreghista e intelligente ma decisamente il più simpatico, proprio per queste sue caratteristiche.

cover GH Corpo contundente

La vittima, Ernest Fletcher detto Ernie, era un dongiovanni e la sera in cui è stato ucciso ha ricevuto in poco tempo diversi visitatori e – di certo – uno di questi lo ha colpito con un corpo contundente dandogli la morte: sul susseguirsi delle visite e sugli orari delle stesse si concentra l’attenzione della polizia.

In casa con Ernie vive l’anziana sorella, signorina; in una delle case vicine abita una coppia in crisi, Helen e John North, conoscenti dei Fletcher, che ospitano per qualche giorno la sorella di lei, Sally Drew, autrice di gialli dal carattere deciso e agguerrito.

L’indagine della polizia procede in modo classico, con domande alle persone che possono aver avuto un motivo o l’opportunità di uccidere Ernie, verifica degli eventuali alibi, ulteriori ricerche.

Insomma, a mio parere “Corpo contundente” è un giallo come tanti, non particolarmente brillante per la parte mistery ma più interessante e divertente per i personaggi.

2 Comments

  1. Sì, i romanzi storici sono di gran lunga migliori. Io ho un debole per la Heyer (tanto da averci fatto una tesi 😂 ), quindi.forse sono un po’di parte, ma lei è molto più brillante nei dialoghi, nella dettagliata ricostruzione dell’ambiente… È veramente piacevole leggere i suoi rosa storici

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...