M.C. Beaton – 67 Clarges Street * Le mie letture

La serie dei romanzi ambientati – a Londra nel periodo Regency – al 67 di Clarges Street si compone di sei romanzi. Li ho letti tutti negli ultimi mesi e li ho trovati divertenti e ironici, con un’ambientazione piuttosto curata.

Le trame non sempre sono molto realistiche, ma le storie sono scritte in modo da renderle credibili e piacevoli da leggere. La casa al numero 67 è il tratto che collega i sei romanzi ma soprattutto lo sono alcuni dei personaggi, che in certo senso sono i protagonisti della serie: i domestici della casa. Si tratta di: John Rainbird il maggiordomo, Angus MacGregor il cuoco, Mrs Middleton la governante, Jenny e Alice le cameriere Joseph il valletto, Lizzie e Dave gli sguatteri.

L’edificio appartiene al decimo duca di Pelham, che ha lasciato la gestione a un amministratore – disonesto – e che si occupa di affittare la casa per la Stagione, a un prezzo molto basso perché ha la fama di portare sfortuna dato che il padre del proprietario vi si è ucciso e dopo vi sono successe altre disgrazie.

Ogni anno, comunque, qualcuno prende in affitto la casa, con sollievo dei domestici che possono così arrotondare i magri stipendi – l’amministratore Jonas Palmer intasca buona parte delle loro paghe e impedisce loro di cambiare lavoro con una sorta di ricatto – con le mance che riceveranno dagli ospiti.

Il fatto di essere costretti a rimanere al 67 di Clarges Street tutti insieme, ha creato un legame anche affettivo fra i domestici che inoltre hanno un sogno in comune: riuscire a risparmiare, anno dopo anno, abbastanza da poter aprire, tutti insieme, un pub ed essere finalmente liberi dai soprusi dell’amministratore.

Ogni romanzo racconta dunque di una Stagione – eccettuato il sesto che si svolge nello stesso anno del quinto, ma per nessuno degli inquilini la casa porta sfortuna, anzi… Un elemento che accomuna tutte le storie è il fatto che si basano su un equivoco, voluto o meno.

La serie è pubblicata da Astoria srl e tutti i romanzi sono tradotti da Simona Garavelli.

L’editore riporta all’inizio di ciascuno la seguente presentazione:

Presentazione

In una serie costituita da sei volumi, M.C. Beaton racconta le avventure legate a una dimora situata a Mayfair, quartiere elegante ed esclusivo di Londra, affittata di anno in anno, all’epoca della Reggenza, a inquilini che volevano sfruttare la Stagione, ovvero quel periodo che andava dalla primavera all’estate e durante il quale, attraverso balli e feste, si organizzavano matrimoni tra la ricca gioventù inglese. La Casa di Clarges Street appartiene al decimo duca di Pelham, essendosi il nono suicidato. Non solo per questo la casa non è stata affittata per due Stagioni: durante quella successiva al suicidio, il figlio degli affittuari aveva perso al gioco l’intero patrimonio di famiglia e la figlia era stata trovata morta in Green Park senza apparenti ragioni. L’alone di sfortuna che circonda la dimora fa sì che si siano abbassati i prezzi dell’affitto. La casa è quindi vuota a eccezione della servitù, l’altra vera protagonista della serie. Trattata malissimo dall’intermediario del duca, le viene dato uno stipendio da fame, e quindi conta sugli inquilini per avere qualche mese più ricco. Il maggiordomo Rainbird, il cuoco Angus MacGregor, la governante Mrs Middleton, le cameriere Jenny e Alice, Joseph il valletto e gli sguatteri Lizzie e Dave costituiscono un gruppo a cui è impossibile non affezionarsi. Scritti con l’usuale folgorante umorismo di Beaton, questi libri ci regalano un delizioso intrattenimento accompagnato da un’ottima ricostruzione del periodo storico.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...